shadow

Dall’alto di un’immaginaria torre un trio raro e un quartetto d’ottoni riempiranno di musica il prossimo appuntamento de ‘I concerti a Palazzo Bonacossi’ domani, martedì 27 marzo alle 18, nello storico edificio in via Cisterna del Follo 5 a Ferrara (ingresso libero).

Le musiche di Tovey, Kahn, Desprez e Hindemith, verranno infatti eseguite da una formazione inusuale, costituita da strumenti fortemente evocatori del Romanticismo tedesco: il trio di clarinetto (Claudio Conti), corno (Massimo Mondaini) e pianoforte (Annamaria Maggese).

Seguirà il concerto del quartetto a due trombe (Martina Dainelli e Sebastiano Giudici), trombone (Giacomo Scanavini) e corno (Massimo Mondaini). Preziosa è la collaborazione di Enrico Dolcetto, allievo del Conservatorio Frescobaldi e neo laureato con il massimo dei voti e la lode, che ha curato l’arrangiamento di alcuni brani, e la presenza degli allievi Sebastiano Giudici e Paolo Lenzi, che affiancheranno i loro maestri per il concerto.

I Concerti di Palazzo Bonacossi nascono con l’intento di far riscoprire la musica da camera, nei suoi vari stili e diversi autori. Il ciclo di dodici pomeriggi musicali, a cadenza settimanale, è promosso dal Conservatorio Frescobaldi di Ferrara in collaborazione con i Musei Civici d’Arte Antica di Ferrara e il Comune di Ferrara. Da Mozart a Ravel, da Monteverdi a Debussy, la rassegna porterà a Palazzo Bonacossi un ricco repertorio con esibizioni dei docenti e di alcuni dei migliori allievi del conservatorio ferrarese.

Tutti i concerti di Palazzo Bonacossi iniziano alle 18 e sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *