shadow

‘Non solo saba’: percorso enogastronomico alla riscoperta della saba fino all’aceto balsamico

Saba, savòr, sabadoni e sugali, sono le 4 “S” che addolcivano gli inverni dell’Emilia Romagna di un tempo. Sapori tipici dell’alimentazione contadina, e qualche volta nobilitati dalla grande cucina, come il caso della saba, che già alla Corte Estense veniva utilizzata dal Messisbugo come pure da Bartolomeo Scappi, cuoco del papa Pio IV; fino a Pellegrino Artusi che la indica come uno sciroppo d’uva che può servire a diversi usi. Da parte della regione Emilia Romagna è stata richiesta l’indicazione geografica protetta – Saba dell’Emilia Romagna.

Questo evento, ideato da Adelaide Vicentini, in collaborazione con Contrada Rione San Paolo, vuole tracciare un percorso ideale di evoluzione del prodotto, dai sughi, saba, savor, fino all’aceto balsamico, con la presenza di produttori agricoli che metteranno in degustazione e vendita i loro prodotti, assieme ad altri prodotti di stagione. L’evento ospiterà le acetaie del territorio emiliano-romagnolo, che daranno consigli su come meglio consumare il prodotto attraverso gli abbinamenti, nonchè la storia e il percorso di produzione.

E’ previsto un importante momento di ristorazione nelle due giornate attraverso la riscoperta di ricette tradizionali e innovative, che prevedano l’uso della saba e dell’aceto balsamico.

PROGRAMMA:

Sabato 20 ottobre:

– Dalle 10 alle 23 Apertura stand produttori

– Ore 10.30 Sfilata in abito rinascimentale, portando in trionfo la saba e l’uva per le vie del centro

– Ore 11.00 e 16.30 Pigiatura per i bambini e illustrazione caratteristiche del vino a cura di Coldiretti

– Dalle 11.00 alle 23.00 Apertura del ristorante per il pranzo, cena balsamica e finger food con piatti che prevedono l’uso della saba, della cugnà e dell’aceto balsamico

– Ore 17.00 Laboratorio dimostrativo di preparazione dei sugoli a cura del Rione di San Paolo

Domenica 21 ottobre:

– Dalle 10 alle 23 Apertura stand produttori

– Ore 11.00 e 16.30 Pigiatura per i bambini e illustrazione caratteristiche del vino a cura di Coldiretti

– Dalle 11.00 alle 22.00 Apertura del ristorante per il pranzo, cena balsamica e finger food con piatti che prevedono l’uso della saba, della cugnà e dell’aceto balsamico

– Ore 17.00 Laboratorio dimostrativo di preparazione dei sugoli a cura del Rione di San Paolo