shadow

martedì 11 aprile, ore 21 – Chiesa di Santo Spirito

“Membra Jesu nostri” è il contenuto del tradizionale concerto di aprile del Coro Polifonico Santo Spirito diretto Francesco Pinamonti in programma alle ore 21 di martedì 11 nella Chiesa di Santo Spirito in via Montebello. Un’occasione d’ascolto di grande interesse che quest’anno sarà anche di introduzione ai giorni santi della settimana pasquale: la scelta è caduta su Dietrich Buxtehude (1637-1707), il maggiore autore barocco della Germania del Nord, precursore e vero maestro di Bach. Di lui si eseguono e apprezzano soprattutto le opere per organo, e le sue Cantate, meno frequentemente proposte, hanno testi sempici e brevi con un gusto musicale popolare, aspetti che hanno reso Buxtehude una sorta di predicatore del popolo attraverso la musica. Il concerto di martedì 11 aprile sarà costituito da un ciclo di sette cantate che hanno come obiettivo la meditazione e la contemplazione del corpo piagato del Salvatore (“Membra Jesu nostri”) con uno sguardo che procede in senso ascendente dai piedi sino al volto. I testi sono tratti da un’orazione medioevale, attribuita ad Arnolfo di Lovanio. Il ciclo veniva eseguito principalmente come Passionsmusik durante la Settimana Santa, sebbene i versetti biblici scelti a commento di ognuna delle parti del corpo del Cristo potessero adattarsi ad altre esigenze liturgiche.
A cimentarsi in questa impegnativa esecuzione saranno oltre al Coro Polifonico Santo Spirito ed ai solisti Irene Sitta, Ginevra Campalani, Giulia Capuzzo, Michele Semenza, Giovanni Pasini e Nicola Prodi, preparati da Francesco Pinamonti, i musicisti barocchi dell’Accademia dello Spirito Santo su strumenti antichi. Il direttore, per la prima volta alla ribalta cittadina, sarà l’apprezzatissimo ed esperto organista, direttore di coro, compositore e didatta Manolo Da Rold. L’Accademia dello Spirito Santo (formazione “da camera” del Coro Polifonico) è per l’occasione costituita da: soprani Francesca Brandoli, Ginevra Campalani, Silvia Locci, Giulia Maria Morresi, Giulia Righetti, Chiara Rosignoli, Irene Sitta, Anna Tarocco; contralti Angelica Amatulli, Teresa Auletta, Cristiana Capelli, Monica Cesari, Maristella Lodi, Chiara Zingales, Izabela Wlodarczyk; tenori Paolo Bonora, Eutizio Cosimi, Giovanni Pasini, Michele Semenza, Michelangelo Simoni, Emanuele Sitta; bassi Aurelien Courtoux, Valerio Mignozzi, Simone Montanari, Paolo Paganelli, Francesco Pinamonti, Stefano Susanni, Mauro Vignolo.
L’accesso al concerto è a 10 euro, destinati integralmente alla Chiesa di Santo Spirito per i lavori di restauro ancora in corso di ultimazione.