shadow

Fervono i preparativi per la 46.a edizione del “GIRO delle MURA“, in programma martedì 1 maggio: l’appuntamento ferrarese è la 4.a prova del Campionato Corriemilia e la 3.a del Campionato Provinciale di Corsa UISP. E’ stata la prima corsa “popolare” ideata sulle mura ferraresi da sempre una palestra a cielo aperto: il percorso dove hanno “sudato” i grandi campioni del fondo italiano: Cova, Pizzolato, Bordin, Magnani, Fontanella, Bettiol, Laura Fogli, Rita Marchisio, Emma Scaunich e tantissimi altri.

Gara storica nata dall’idea di Luigi Marini che, dopo il successo di una campestre organizzata all’interno dell’ippodromo, decise con la Polisportiva Otello Putinati, fondata da Franco Bottoni, di proporre una corsa podistica aperta a tutta la città. Il percorso modificato nel 2017 permette ai podisti di beneficiare maggiormente dello spettacolo delle Mura e diminuisce il carico sul traffico urbano.

Questa competizione ha sempre visto una grande partecipazione di atleti di rilievo, non si può dimenticare la partecipazione dei più bei nomi del podismo italiano: come Massimo Magnani , Giuseppe Pambianchi, Fausto Molinari, testimonial dell’evento, l’attuale organizzatore della manifestazione Luciano Mazzanti, fino ai più recenti Massimo Tocchio e Rudy Magagnoli.

Fra le donne ricordiamo Laura Fogli, Margherita Gargioni, Marina Zanardi, Nadia Chubak e la vincitrice dell’edizione 2016 Isabella Morlini, campionessa del Mondo di Corsa con le Ciaspole.

E’ anche un appuntamento annuale che vede intervenire più generazioni di atleti e non , costringendo per l’occasione qualcuno a staccare le scarpe dal chiodo e qualcun altro a mettersele ai piedi per la prima volta, in memoria di chi nell’infanzia della mitica corsa “della 1° maggio” gli aveva sempre parlato.

Al di là del grande valore agonistico si vuole sottolineare l’importanza di coinvolgere sempre più persone al piacere di una camminata in compagnia, che ha molteplici benefici non soltanto sul nostro corpo, ma anche sulla nostra mente.

Anche quest’anno il Giro Podistico delle Mura ha ottenuto il patrocinio del Comune di Ferrara e dell’Azienda Usl di Ferrara, che proprio in occasione di questa manifestazione, che vede coinvolte numerose famiglie, vuole sottolineare l’importanza del movimento e invogliare anche i più pigri a sperimentare il piacere di muoversi in compagnia.

A questo scopo si è studiato un percorso ad hoc tutto sulle Mura, per la camminata non competitiva, affiancato da uno più impegnativo da effettuare con la tecnica Nordic Walking sulla distanza di km.12. Presso lo stand dell’Azienda Usl sarà possibile apprendere tecniche di rianimazione cardio-polmonare su manichino (e utilizzo di defibrillatore) e per chi vorrà anche provarsi la pressione.

A tutti i camminatori e competitivi Coop Alleanza 3.0 offrirà i ristori lungo il percorso e quello luculliano che li attende al termine delle loro fatiche oltre ad un buono sconto di 5 euro da spendere in uno dei suoi punti vendita. Questo evento dimostra ogni anno che lo sport può essere veicolo di accoglienza e integrazione e anche collante di intenti e di solidarietà; saranno protagonisti con noi i volontari di “Vola nel Cuore”, testimoni che la corsa può fare del bene non solo alla nostra salute, ma anche agli altri.

Il Giro delle Mura vede anche una importante e fondamentale collaborazione fra le società podistiche del territorio: Corriferrara e Proethics, in primis ma anche tanti volontari di molte altre fra cui Faro Formignana, Quadrilatero , Ferrariola. Questo a dimostrazione che il podismo ferrarese sotto la guida di Uisp è un movimento attivo e unito, nonostante tutte le problematiche “burocratiche” che lo vedono sempre più penalizzato.

Il 1 maggio sarà una buona occasione per lasciare la macchina a casa e vivere una giornata diversa, per stare tutti insieme in allegria all’aria aperta. Fiore all’occhiello saranno le gare competitive riservate ai più giovani che si svolgeranno all’interno dell’ anello dell’ippodromo a partire dalle 9, coordinate dai volontari di Proethics.

Abbiamo cercato di coinvolgere anche i più piccoli proponendo delle distanze, all’interno dell’ippodromo, per consentire a tutti di partecipare: alle 9 partirà il “Corri con la mamma o col papà” dove i più piccoli potranno partecipare spinti sul passeggino “da corsa” e i più grandicelli a mano con mamma o papà.

A seguire percorsi adatti ad ogni età, per avvicinarsi al movimento divertendosi. Tutti i bimbi riceveranno la

medaglia di partecipazione e un premio offerto dagli sponsor Toys e Mc Donald’s. Vola Nel Cuore farà da cornice colorata con i suoi clown ed i cani della Pet Therapy. Si ringraziano per la logistica l’Associazione che gestisce l’Ippodromo di Ferrara, che farà provare l’ebrezza della sella a tutti i partecipanti e la Contrada di San Luca, per la preziosa partecipazione coreografica dei suoi figuranti che daranno il via alla gara.

Attraverso queste preziose collaborazioni è possibile trovare risorse importanti per la qualificazione del territorio e per una maggiore adesione alla pratica sportiva. Si tratta dell’ennesima testimonianza dell’importanza dello sport nella nostra città: Ferrara si riconferma pronta ad accogliere iniziative che coinvolgono persone di tutte le età e che le daranno visibilità.

Quest’anno il Giro delle Mura è una delle tre manifestazione inserite da UISP ( Vivicittà e 10 miglia), nel progetto nato dalla collaborazione con HERA per la sostenibilità ecologica e la riduzione dell’impatto ambientale prodotto dagli eventi sportivi oltre che sulla necessità irrinunciabile della differenziazione dei rifiuti, investendo sulla centralità dei cittadini e delle loro abitudini per raggiungere tale obiettivo. Per questa ragione si sperimenterà l’istituzione di un gruppo di “camminatori per l’ambiente”.

Questi sportivi-volontari correranno in coda a tutti gli altri partecipanti raccogliendo i rifiuti che troveranno lungo il percorso e riconsegnarlo all’arrivo al personale indicato, in modo da contribuire e rendere ancora più pulito l’avvenimento sportivo. Il servizio Crono della gara competitiva sarà curato da F.I.Cr. – Federazione Italiana Cronometristi che doteranno ogni pettorale di un micro-chip usa e getta.

Ringraziamo gli sponsor che hanno reso possibile questa manifestazione e senza i quali non sarebbe stata possibile la realizzazione di questa manifestazione: Bruni sport,  Coop Alleanza 3.0,  Estense Motori, Krifi, Kroda,  Avicola Artigiana,  BPER, Floricoltura Boarini, Autofficina Grenzi, F.lli Guidi, Melito Sport, Guerra Assistenza Caldaie, Arredo system.

Queste le prove:
Minipodistica:
“Corri Con la Mamma o con il papà”
Camminate ludico Motorie per bambini e ragazzi
Competitive per bambini e ragazzi
46^ GIRO DELLE MURA ESTENSI DI KM.12,5
Nordic Walking di KM. 12,5
Camminata ludico motoria di KM.7

Orari e partenze:
– Lunedì 30 aprile 2018 dalle 15.00 alle 18.00 iscrizioni e consegna pettorali e pacchi gara
– Martedì 1 maggio 2018:
ore 8.00/9.45 iscrizioni, consegna pettorali e pacchi gara
ore 9.00 partenza camminata ludico motoria Corri con la mamma
ore 9.20 a seguire partenze minipodistiche
ore 10.00 partenza gara competitiva di km.12.5
ore 10.00 in coda alla competitiva: partenza Nordic Walking di km. 12,5
ore 10.00 In coda al Nordic Walking: Camminata Ludico motoria di km.7,00

Premiazioni:
Per tutti i finisher della gara competitiva medaglia dedicata.
Primi tre assoluti maschili
Prime tre assolute Femminili
Primi 120 uomini dal 1954 al 2000
Primi 15 uomini dal 1953 e precedenti
Prime 40 donne
Donne dalla 41 alla 80 omaggio floreale offerti dalla floricoltura Boarini
Premio speciale TROFEO BRUNI SPORT
al più “Grande” e alla più “Grande” Finisher della competitiva

 

Info: ASD Doro www.poldoro.it

 ———————————————————————-

INTERVENTO (Fausto Molinari)/Giro delle Mura 46° edizione “La grande classica ferrarese”

Non sono molte le Città che hanno consolidato un forte legame storico culturale con il podismo.
Questo legame lo si rileva dal numero di corse che vantano oltre 30 edizioni e che più comunemente vengono definite con il termine di “classiche”. 
Ferrara è tra città che ospita un numero importante di gare con queste caratteristiche, e questo grazie all’impegno delle società sportive e dei suoi numerosi appassionati.

La classica più famosa è il Giro delle Mura, nata nel lontano 1973 in un periodo chiamato austerity in cui la crisi petrolifera aveva imposto la razionalizzazione della benzina, introdotto la circolazione a targhe alterne nelle giornate festive. Erano gli anni in cui la corsa a piedi iniziava a diffondersi diventando sempre più popolare fra la persone comuni. Ed è in questo contesto che, il compianto Luigi Marini “patron” della Polisportiva O. Putinati, lancia l’idea di una corsa podistica che parta ed arrivi all’ippodromo e che, percorrendo l’intera cintura difensiva della città ” le Mura”, consegni alla comunità ferrarese il giorno del I° Maggio festa dei Lavoratori un grande evento sportivo. 

Ho corso il mio primo giro delle mura nel ’77 quasi per scommessa, visto che mi cimentavo solo nel mezzofondo e di quel giorno ricordo due cose: il numero dei partecipanti oltre mille, e la fatica causata da un avvio imprudente. Erano gli anni di Magnani e Mazzanti atleti che rappresentavano un riferimento importate sia sotto l’aspetto atletico che umano. Ricordo con nostalgia l’edizione dell’88 corsa che vide Massimo Magnani lasciare definitivamente l’attività agonistica per dedicarsi a quella tecnica.

Questa gara, che a mio avviso presenta il percorso più suggestivo tra tutte le podistiche, mi ha sempre attirato, ma

non sono mai riuscito a vincerne una a differenza di altre dove riuscivo a presentarmi in buone condizioni di forma. 

Quando mi hanno comunicato che la Polisportiva Doro aveva ricevuto il testimone dalla Società “Ferrara che Cammina” guidata per tanti anni dalla “mitica” Floriana Orlandini, ho sentito un senso di sollievo, perché era stato evitato il rischio di perdere un pezzo importante della storia del podismo ferrarese e dei suoi protagonisti. L’albo d’oro comprende i nomi più importanti della corsa su strada e della maratona: oltre ai già citati Magnani e Mazzanti vi sono Giuseppe Pambianchi e Laura Fogli che, insieme a molti altri protagonisti hanno inciso il loro nome a testimonianza della popolarità della manifestazione.
Il nuovo corso intrapreso dall’organizzazione del “Giro delle Mura” sotto la sapiente guida tecnica di Luciano Mazzanti e Monica Zannini, ha palesemente evidenziato le grandi possibilità di crescita che questa manifestazione ancora oggi possiede, in termini di aumento dei partecipanti e di popolarità, continuando a dare un contributo importante alla promozione dello sport ma anche del patrimonio artistico e culturale della nostra città.

Un sincero “in bocca al lupo” a tutti i partecipanti della 46° edizione, ed un ringraziamento particolare a tutti volontari che in un giorno di festa prestano la loro opera insostituibile per l’organizzazione di questa grande classica. 

 



Ferraraè Magazine Channel