shadow

Venerdì 25 maggio 2018 alle 16, nella sala mostre di casa Ariosto, via Ariosto 67, è stata inaugurata la mostra documentaria “I luoghi della poesia di Giorgio Bassani: Maratea e dintorni” a cura di Silvana Onofri, realizzata da Fondazione Giorgio Bassani, Arch’è Associazione Culturale N. Alfieri, in collaborazione con Gruppo Lumi, Musei Civici di Arte Antica e Comune di Ferrara.

LA SCHEDA (a cura degli organizzatori) – Dal 1968, per una quindicina di anni, Bassani trascorse le estati a Maratea, in una casa da lui acquistata in cima al paese, chiamata la Pendinata.

Tra le molte poesie raccolte nel volume “In rima e senza”, molti versi prendono spunto da Maratea e dal retroterra lucano.

Nella sezione “Epitaffio”, le poesie Nudo, I due sangui, All’addiaccio, A letto, Lettera, Sul Pollino, La Porta Rosa. I Grandi e nella sezione “In gran segreto”, le poesie Dove vivi, A casa,ecc., sono ispirate ad Anne Marie Sthelin, americana d’ origine che viveva a Parigi, con cui Bassani aveva una intensa relazione amorosa.

Ad Anne-Marie e a Bassani fanno riferimento le numerose testimonianze degli abitanti e dei villeggianti di Maratea esposte in mostra.

Paola Bassani ne parlerà con la curatrice; l’attrice Gioia Galeotti leggerà le poesie.

La mostra resterà aperta fino al 15 giugno con i seguenti orari: da martedì a domenica, dalle 10 alle 12.30 e dalle 16 alle 18. Ingresso gratuito.

Ferraraè Magazine Channel