shadow

Giovedì 18 maggio alle ore 16.00

Biblioteca Giorgio Bassani Via G. Grosoli, 42 (Barco) Ferrara
Auditorium

Coltivare sull’acqua si può?

Il Garden Club di Ferrara, in questa occasione, accompagna i presenti alla scoperta di giardini molto particolari: i cosiddetti Giardini fluttuanti, le coltivazioni in acqua che si tramandano sin dall’antichissima cultura azteca.
Per approfondire questa tematica è stata invitata l’esperta Michela Pasquali, docente di Garden design, secondo la quale “orti e giardini galleggianti rappresentano uno strumento di grande importanza per la creazione di nuovi habitat naturali per specie animali e vegetali e quindi fondamentali per la riqualificazione delle sponde di laghi e fiumi, per la fitodepurazione delle acque e l’aumento della funzionalità ecologica oltre, naturalmente, alle indubbie valenze estetiche”.
Nel suo articolo, che dà il titolo all’incontro di oggi, pubblicato sul quotidiano Il Manifesto la scorsa estate all’interno della rubrica Per terra e per mare, ripercorrendone la storia, sottolinea anche i benefici economici, ambientali e sociali di queste particolari coltivazioni.
Presenta e coordina l’incontro Gianna Foschini Borghesani, Presidente Garden Club Ferrara

Michela Pasquali Fondatrice di Linaria e socia AIAPP, si occupa di orti e giardini condivisi in ambito urbano. È membro del Comitato di Redazione di Architettura del Paesaggio e docente di Garden Design allo IED di Torino. Cura gli eventi verdi per il Festival Internazionale CinemAmbiente di Torino. Ha diretto la collana su giardino e paesaggio “oltre i giardini” per la Bollati Boringhieri. Ha pubblicato articoli e saggi tra i quali I giardini di Manhattan. Storie di guerrilla gardens, Bollati Boringhieri, 2008 e I giardini della diplomazia. Ambasciate e accademie straniere a Roma, Electa, 2003, Südtiroler Paradies. Orti di montagna, Linaria, 2012.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *