shadow

 

Venerdì 17 novembre (ore 21.30) fa tappa al Jazz Club Ferrara il tour italiano di Chris Cheek, sassofonista statunitense tra i più apprezzati. A completare la formazione italo-americana troviamo Luca Mannutza al pianoforte, Lorenzo Conte al contrabbasso e Anthony Pinciotti alla batteria: efficace sezione ritmica che da alcuni anni si esibisce in tournée assieme a numerosi e importanti solisti internazionali.

Nel repertorio, costituito da standards e brani originali, confluiscono i differenti background culturali e stilistici dei quattro musicisti che si incontrano magicamente per dialogare attraverso il comune linguaggio del jazz.

Chris Cheek appartiene a pieno titolo a quell’élite di giovani innovatori facenti capo alla scena dello Smalls Jazz Club esplosa a New York negli anni ’90. Nato e cresciuto a Saint Louis, nel Missouri, Cheek ha iniziato a suonare il sassofono all’età di dodici anni. Nel 1988 si trasferisce a Boston per specializzarsi al Berklee College of Music ma è nel 1992, quando approda a New York, che inizia a mettere a segno prestigiose collaborazioni con artisti del calibro di Paul Motian, Charlie Haden, Bill Frisell, Brian Blade, Lee Konitz, Carla Bley, Tom Harrell, Wolfgang Muthspiel, Frank Carlberg, Eliot Zigmund, Brad Mehldau e Kurt Rosenwinkel tra gli altri.

Artista dell’etichetta Fresh Sound Records, Cheek è altresì un apprezzato compositore e band leader: circa una decina sono gli album a suo nome.

La cena alla carta anticipa il concerto. È consigliata la prenotazione allo 0532 1716739 dalle ore 12:30 alle ore 19:30. Info su www.jazzclubferrara.com

Seguici su Instagram

Ferraraè Magazine Channel

Ferrara Turismo e Servizi

Gli ultimi Articoli

Vota il Tuo Monumento Preferito. Palazzo Turchi di Bagno o Palazzo Prosperi-Sacrati?

Vota il Tuo Monumento Preferito. Proseguono le nostre eliminatorie che porteranno all’elezione del monumento più amato di Ferrara. Oggi è il…


ETERNAMENTE MIA

Teatro Ferrara Off Viale Alfonso I d’Este 13 – Ferrara   sabato 2 febbraio ore 21.00 ETERNAMENTE MIA Mozart Sonata in la minore K 310 Schnittke…


L’arte per l’arte Dipingere gli affetti: la pittura sacra a Ferrara tra Cinque e Settecento

Nella foto di copertina: Ippolito Scarsella (1551-1620), Deposizione del Cristo, 1612 circa, tela cm 245 x 165 Torna al Castello Estense di Ferrara…


Vota il Tuo Monumento Preferito. Il Castello Estense o la Chiesa dei Teatini?

Vota il Tuo Monumento Preferito. Archiviati i primi tre confronti, oggi è il turno di altri due monumenti, il primo simbolo della città ed il…


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *