shadow

“Autunno Ducale nelle terre estensi” è la manifestazione giunta alla terza edizione in programma sabato 21 e domenica 22 ottobre 2017 (ore 9.30-20) nelle piazze Castello, Savonarola, Repubblica e largo Castello a Ferrara, a cura di Pro loco Ferrara in collaborazione con il Comune di Ferrara, che è stata presentata questa mattina (martedì 17 ottobre) nella residenza municipale.

All’incontro con i giornalisti sono intervenuti l’assessore comunale al Commercio Roberto Serra, i rappresentanti di Pro loco Ferrara Ambretta Balboni (presidente), Monica Negrini (vice presidente) e Alessandro Gulinati (consigliere) e diversi collaboratori e rappresentanti di Pro loco e enti che hanno dato il loro contributo all’iniziativa come il presidente della Pro loco di Casola Valsenio Bruno Boni, la presidente della Pro loco di Casaglia (Fe) Maria Luisa Mastella, il presidente Unpli-Unione nazionale Pro loco d’Italia Emilia-Romagna Stefano Ferrari, l’autore di documentari e testi di ricostruzione storica Paolo Sturla Avogadri.

LA SCHEDA 

“Autunno Ducale nelle terre estensi” è un progetto di Pro Loco Ferrara patrocinato da Comune di Ferrara, Regione Emilia Romagna, Ente Palio, Consorzio Terre Estensi, Unpli Emilia-Romagna con la collaborazione di Confagricoltura, Coldiretti, Cia, Ferrara Fiere, nato per promuovere il patrimonio artistico, culturale ed enogastronomico delle terre appartenute all’antico Ducato Estense. La manifestazione è anche una importante occasione per imparare a riconoscere e preservare le biodiversità, ad apprezzare le tradizioni, promuovendo un consumo di cibo consapevole e sostenibile.

Cornice dell’evento sono gli spazi della Corte Ducale di Ferrara. Piazza Castello, Largo Castello e le vicine Piazze Savonarola e della Repubblica ospitano 120 espositori in una straordinaria mostra mercato ricca di prodotti enogastronomici autunnali tipici delle Terre Estensi.
Per due giorni Ferrara torna ad essere Capitale Ducale. Dame e cavalieri ripopolano gli spazi della corte, si esibiscono in danze rinascimentali, accompagnati dai musici e dagli spettacoli di bandiere e d’arme delle Contrade di San Giacomo e di San Luca.

La Sala dei Comuni in Castello sarà la sede del convegno di apertura della manifestazione: “Incontrando Matilde. Fatti, persone e luoghi della Signora d’Europa”. Dedicato all’intrecciarsi della storia canossiana ed estense attraverso le terre di Ferrara, Modena e Reggio. Tutto questo mentre nella Sala Alfonso nella via coperta tra il Castello e il Municipio si svolgeranno conferenze durante l’arco delle due giornate all’insegna dei saperi e sapori del Ducato Estense.

Le biodiversità e le eccellenze alimentari saranno il filo conduttore del mercato ricco di varietà tradizionali di frutti e ortaggi stagionali, piante da frutto, erbe aromatiche e officinali, confetture e succhi artigianali, miele e derivati di produzione biologica, birre artigianali ricavate anche dal riso, farine macinate a pietra di grano e di mais, uova biologiche, formaggi e salumi tradizionali, funghi di ogni genere e tartufi.

Passeggiando tra i vari stand, ferraresi e turisti potranno assaggiare e acquistare una grande offerta di prodotti tipici di alta qualità, dalla polenta, castagne e marroni della Garfagnana alle noci Dop del Delta, dai formaggi delle capre della Selva Romanesca al Parmigiano Reggiano delle Vacche Rosse. Dai vini ferraresi del Bosco Eliceo, il Lambrusco di Modena e Reggio, ai vini dei Poderi della Garfagnana e ancora l’Erbazzone e le lumache di Reggio, senza dimenticare l’aceto balsamico, la saba, i sugoli d’uva.

Questa edizione si è arricchita anche di altre nuove eccellenze come la carne e le uova di struzzo allevati nelle campagne reggiane, la polenta e la zucca fritta delle Pro loco di Cadelbosco (RE), i borlenghi delle colline modenesi, le anguille marinate tradizionali delle Valli di Comacchio, i “mandurlin dal pont” dei forno Partigiani di Pontelagoscuro, il “Balanzon” della Pro loco di Casaglia (FE), il Denso degli Estensi, l’aglio nero di Voghiera, mistocchine e “tamplun” ferraresi.

L’artigianato tradizionale di qualità e la salvaguardia di antichi saperi e manualità sono ulteriori elementi di qualità del mercato, ricco di laboratori del gusto per scoprire i segreti delle nostre antiche ricette per fare il pane, la sfoglia, il pampapato e la tenerina di cioccolata e di zucca.
Una particolare attenzione è dedicata ai laboratori didattici per i più piccoli, animati da operatori di fattorie didattiche e cooperative sociali che, insieme agli studenti del liceo Carducci di Ferrara, coinvolgeranno i bimbi in attività manuali divertenti e istruttive.
Anche quest’anno una preziosa rappresentanza di Casola Valsenio (Ravenna) ci delizierà con i frutti dimenticati e si consolida il rapporto tra Pro loco Ferra e il Giardino delle Erbe Rinaldi Cerroni, Orto botanico d’Italia.
Nell’Edizione 2017 dell’Autunno Ducale i saperi e i sapori delle Terre Estensi si intrecciano con quelli delle antiche Terre appartenute alla stirpe dei Canossa. La manifestazione aprirà infatti con un Convegno utile a meglio delineare ed aggiornare il profilo di Matilde di Canossa e i suoi rapporti con le città di Ferrara, Modena e Reggio Emilia attraverso fatti, personaggi e luoghi appartenuti ai domini di Tedaldo e Bonifacio ed infine alla Grancontessa.

Terre Estensi è varietà di ambienti naturali e colture e quest’anno ci dedicheremo in particolare al rapporto tra popolazione, paesaggio e sviluppo locale sostenibile di cui gli Ecomusei e i Musei comunitari sono strumenti di azione e promozione. Parleremo della rivalorizzazione ambientale e turistica della Salina di Comacchio, del futuro degli agriturismo e della rivoluzione verde in corso nelle terre della storica azienda Bonifiche Ferraresi.

Una due giorni d’arte, cultura ed enogastronomia, che si propone di stimolare l’interesse per una città da vivere integralmente e nella quale godere un raro connubio tra tradizione culturale e soddisfazione dei sensi.

Per info: associazione Pro loco Ferrara, via Borgo di Sotto 68, Ferrara, cell. 347 4265649, 340 5253507, 389 1618586, e-mail info@prolocoferrara.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *