shadow

Giovedì 12 e venerdì 13 aprile alle ore 10, nuovo appuntamento con il Teatro Ragazzi alla Sala Boldini. In scena lo spettacolo Alan e il Mare per la regia di Giuliano Scarpinato e prodotto da CSS Teatro Stabile di innovazione Friuli Venezia Giulia

Alan e suo padre Abdullah lasciano una notte il loro paese, in Siria, dove la guerra sta portando via le scuole, le case, gli alberi; salgono su una barchetta sgangherata e colma d’anime, per arrivare molto lontano. Ma quella notte una grande onda rovescia la barchetta: Alan scivola via dalle braccia forti di suo padre, cade giù dentro il mare profondo. Lì diventa fratello delle alghe, dei coralli, dell’anemone colorato: un bambino – pesce, che da quel momento appartiene all’acqua, per sempre.

Da quel giorno, Abdullah torna sempre alla stessa ora davanti al mare che ha preso Alan, per portargli i fiori più belli e prega per il suo bimbo: e così un mattino, all’alba, Alan lo sente, ed esce fuori dalle onde per abbracciarlo. Solo per pochi minuti però: quando il mare scandisce il suo rintocco, Alan deve tornare indietro. Ma ad Abdullah non bastano pochi minuti, non vuole vivere senza il suo bambino. Decide di andare da lui, entrare nel mare; Alan lo prende per mano e lo guida nella sua nuova casa. Lì, ancora una volta, Abdullah potrà restare solo per poco tempo; lui non appartiene al mare, ma alla terra, ed è là, gli sussurra all’orecchio il suo bimbo speciale, che dovrà continuare a vivere ed essere felice.

Con questo spettacolo il regista vuole raccontare la storia di Alan Kurdi, il piccolo profugo siriano annegato a settembre 2015 sulla spiaggia di Bodrum, in Turchia, per portare all’attenzione dei più giovani un tema difficile, per farli riflettere sull’odissea che devono affrontare molti loro coetanei costretti alla fuga dai propri paesi di appartenenza.

Lo spettacolo è rivolto ai bambini della Scuola Secondaria di I° grado.

La rassegna si avvale del sostegno di CIDAS e CONAD.

Ferraraè Magazine Channel

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *