shadow

DAL 23 AL 25 MARZO AL COMUNALE DI FERRARA IL TEATRO DELLE ALBE

PRESENTA IL SUO “VA PENSIERO” CONTRO LE MAFIE

Nell’ambito della stagione di prosa 2017/2018, da venerdì 23 a domenica 25 marzo il palcoscenico del Teatro Comunale di Ferrara ospita la compagnia del Teatro delle Albe impegnata in Va pensiero, l’ultima creazione di Marco Martinelli, che ne condivide l’ideazione e la regia con Ermanna Montanari. Con 11 attori in scena, e la partecipazione del Coro Lirico Alessandro Bonci di Cesena – impegnato nell’esecuzione di alcune celebri arie verdiane –,  lo spettacolo gioca su una evocativa contrapposizione: la “speranza” risorgimentale rappresentata dalla musica di Giuseppe Verdi da un lato e il “pantano” della corruzione delI’Italia contemporanea dall’altro.

Va pensiero nasce dalla consapevolezza di quanto, anche in terra emiliana, sia diffuso il fenomeno della corruzione prendendo spunto da un vero fato di cronaca: la storia di un vigile urbano che nei primi anni 2000, in una piccola città dell’Emilia Romagna, si fa licenziare pur di mantenere la propria integrità di fronte agli intrecci di mafia, politica e imprenditoria collusa. Spiega Martinelli: «Questo spettacolo tratta di una grande piaga della nostra regione: della mafia, della ‘ndrangheta, della corruzione che ci avvelena da diversi anni. Ma questa è anche una storia che apre alla speranza, alla possibilità che il cuore non sia corrotto.

Per questo Va pensiero: il pensiero riesce ancora a muoversi, non siamo così impantanati, dobbiamo reagire». Con questo spettacolo le Albe rinnovano la loro forte attenzione ai temi sociali, al gruppo, al racconto teatrale e ai linguaggi innovativi. In questo lavoro Marco Martinelli e Ermanna Montanari mescolano radici diverse in un affresco corale, trovando ispirazione in Giuseppe Verdi, « che si è fatto interprete dello spirito della nostra terra con un grido per l’Italia schiava sotto Babilonia» – continua il regista. Oggi che Babilonia non è più l’Austria, il richiamo è ai mali che nascono dall’interno della società stessa e la infettano.

Sulla scena, alla vicenda del protagonista si intrecciano le vicende di altre nove figure, tratte anch’esse dalla cronaca. Su tutte spicca la figura della “Zarina”, la discussa sindaca di una cittadina di fantasia a cavallo fra l’Emilia e la Romagna, interpretata da Ermanna Montanari, specchio della nostra coscienza più buia, perché rappresenta la possibilità che chiunque possa essere corrotto in qualsiasi momento.

Va pensiero è una produzione Emilia Romagna Teatro e  Teatro delle Albe.

Biglietti da 8,00 a 30,00 euro. Info biglietteria: 0532 202675 – www.teatrocomunaleferrara.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *