shadow

Martedì 20 e mercoledì 21 marzo alle ore 10, appuntamento con il Teatro Ragazzi al Teatro Comunale.

Teatro Gioco Vita porterà in scena il racconto per musica L’Uccello di Fuoco da “L’oiseau de feu” di Igor Strawinsky, regia e scene Fabrizio Montecchi, figure Enrico Baj, coreografie Mauro Bigonzetti

La fiaba raccontata ne L’uccello di fuoco unisce temi e motivi provenienti dalla tradizione favolistica russa. Il cuore del racconto è il conflitto tra l’universo malefico e tenebroso del mago Katscei, e l’universo benefico e luminoso dell’uccello di fuoco. Al centro di questo conflitto è lo Zarevic Ivan.

La fiaba infatti racconta di come lo Zarevic Ivan, aggirandosi nel giardino incantato del mago Katscei, vede un albero dalle mele d’oro sul quale sta uno splendido uccello di fuoco. Ivan lo cattura, e l’uccello per riottenere la libertà, gli dona una delle sue penne d’oro e gli dice che, in caso di pericolo, verrà in suo aiuto. All’alba lo Zarevic si trova nei pressi di un castello dal quale provengono dei lamenti. Sono le fanciulle prigioniere del mago, tra le quali la principessa amata da Ivan, che lo scongiura di fuggire per non essere tramutato in pietra.

Catturato dai demoni, lo Zarevic viene portato al cospetto di Katscei, e si salva agitando la penna d’oro. Katscei muore, i sortilegi svaniscono e tutti tornano liberi. Ne L’uccello di fuoco Teatro Gioco Vita unisce il teatro d’ombre alla danza, creando un linguaggio che dona corpo all’incorporeità. Sulla scena infatti sono danzatori i tre performers che danno vita all’universo di figure della storia e animano le ombre attraverso il gesto coreografico di Mauro Bigonzetti. Per dare una nuova vita sulla scena alla grande musica di Igor Strawinsky.

Lo spettacolo è rivolto ai bambini della scuola Primaria classi 3a 4a e 5a e Secondaria di I° grado

La rassegna si avvale del sostegno di CIDAS e CONAD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *